Cosa aspettano gli animali?

Quel vestito lo conservava nell’armadio per la grande occasione. Aveva previsto tutto, anche l’andatura con cui avrebbe percorso il viale e perfino l’espressione che le sarebbe improvvisamente spuntata sul viso come fanno le giunchiglie nei giardini a inizio marzo. Solo le parole non poteva prevederle. Ma erano davvero necessarie? O tutto sarebbe rimasto sospeso inContinua a leggere “Cosa aspettano gli animali?”

Storie di un isolamento parigino

Molti mi invidiano la vista, nessuno le scale. Frédric Chopin Chissà cos’ha provato Erika, quando, lo scorso marzo, un attimo dopo essersi laureata, si è affacciata alla finestra della sua mansarda. Chissà se quella sera i tetti di Parigi le sono sembrati diversi. Nessuna proclamazione solenne in un’aula universitaria, né una corona d’alloro a cingerleContinua a leggere “Storie di un isolamento parigino”

Histoires d’un confinement parisien

Beaucoup envient ma vue, aucun les escaliers Frédric Chopin Qui sait ce qu’Erika a éprouvé quand, en mars dernier, quelque temps après avoir obtenu son diplôme, elle s’est postée à la fenêtre de son studio. Qui sait si lors de cette soirée-là les toits de Paris lui sont apparus différents. Aucune proclamation solennelle dans uneContinua a leggere “Histoires d’un confinement parisien”